Due giorni a Milano

Non vi sembrerà vero ma ho 28 anni, ho visitato quasi tutta l’Italia, gran parte delle capitali europee, sono stata in Asia e al centro dell’Oceano Atlantico eppure non avevo mai visto Milano. Tutto questo per dirvi che quando io e le mie amiche abbiamo deciso di andare due giorni a Milano la mia curiosità era altissima. Avrà disatteso le mie aspettative?

La risposta è assolutamente no e sinceramente non credevo mi sarebbe piaciuta così tanto. In due giorni abbiamo visto quasi tutto e ora vi racconto in breve il nostro itinerario.

Giorno  1.

Siamo arrivate sabato mattina da Firenze in stazione centrale e, dopo aver comprato un bigiornaliero a 8,25 euro e aver consegnato le valigie al portiere dell’appartamento che avevamo affittato, siamo andate subito in centro.

Con il tram numero 3 siamo scese alle colonne di San Lorenzo e abbiamo ammirato la facciata della basilica omonima.

IMG-20181106-WA0016IMG-20181106-WA0015

Da lì a piedi tra negozietti e goccioline di pioggia abbiamo raggiunto il Duomo: inutile descrivervi la mia meraviglia davanti l’imponente facciata!

IMG-20181106-WA0019.jpg

Subito a sinistra c’è la meravigliosa Galleria Vittorio Emanuele: la luce filtra prepotentemente (anche con il cielo grigio), l’ambiente è elegante e piacevole nonostante la gran mole di turisti.

IMG-20181106-WA0065.jpg

IMG-20181106-WA0021

Subito fuori c’è Piazza della Scala che abbiamo attraversato per raggiungere il quartiere Brera, un crocevia di stradine e palazzi molto eleganti; merita assolutamente una visita.

IMG-20181106-WA0059.jpg

Vista l’ora abbiamo approfittato per mangiare un panino al volo e ci siamo fermate da PaniniDurini che abbiamo scoperto essere una catena di Food and Beverage.

IMG-20181106-WA0056IMG-20181106-WA0058

Soddisfatte del pranzo ci siamo incamminate verso il Castello Sforzesco che ci ha accolto con il suo rosso mattone e una pulizia ammirevole; è tenuto molto bene e al suo interno ospita spesso delle mostre d’arte.

IMG-20181106-WA0048

IMG-20181106-WA0053

Attraversando il cortile interno e superando le mura di cinta posteriori siamo sfociate in Parco Sempione già affrescato dei colori dell’autunno.

IMG-20181106-WA0025

IMG-20181106-WA0047IMG-20181106-WA0046

Viste le poche ore di sole rimaste a nostra disposizione abbiamo deciso di prendere la metro per raggiungere il quartiere Isola e ammirare finalmente il tanto chiacchierato Bosco Verticale.

IMG-20181106-WA0030IMG-20181106-WA0031IMG-20181106-WA0079

Il quartiere è nuovissimo e molto vivo; riesce ad essere moderno con i suoi palazzi in acciaio senza risultare freddo o asettico. Piazza Gae Aulenti poi è strepitosa: le fontane, le forme arrotondate, gli sprazzi di verde la rendono molto europea e contemporanea.

img-20181106-wa0078.jpg

Uscendo a destra ci siamo travate in Corso Como dove abbiamo approfittato del consiglio di un’amica per fermarci a far merenda da California Bakery: locale carino, dolci non male ma conto esagerato.

IMG-20181106-WA0108

Milano è moda, anche se in maniera molto meno “intimidatoria” di quanto pensassi, quindi non abbiamo potuto esimerci dal fare un po’ di shopping in zona San Babila.

Arrivata l’ora di cena abbiamo preso un tram per raggiungere i Navigli e dopo una passeggiata e un giro in alcune librerie alla ricerca di un tomo introvabile abbiamo optato per mangiare da “Pizzeria La Premiata” attratte dal cortile esterno con panche in legno e cascate di lucine e piante rampicanti. Super consigliata la piazza Parmigiana con melanzane grana e basilico!

IMG-20181106-WA0089.jpg

Stanche e con un altro paio di tram da prendere siamo tornate all’appartamento.

Giorno 2.

Purtroppo il forno sotto casa che avevamo puntato il giorno prima era chiuso quindi la nostra prima tappa è stata di nuovo in Porta Ticinese per fare colazione; ci siamo fermate da Farini, io ho preso una fetta di plumcake marmorizzato abbastanza buono e un latte di soia.

Mentre ci incamminavamo per raggiungere il Duomo una vetrina di scarpe ha attirato la nostra attenzione e il negozio ci ha risucchiate per un’oretta quindi, una volta uscite, era già ora del brunch che avevamo prenotato da Fonderie Milanesi: non è proprio in centro ma è facilmente raggiungibile e in ogni caso vale davvero la pena provarlo.

Il locale è particolare, arredato con gusto e il cibo molto buono, seppur semplice: con 20 euro si ha libero accesso ad un buffet più salato che dolce e ad un piatto unico; consiglio il sandwich di salmone, avocado e uovo 5′.

IMG-20181106-WA0107.jpg

Essendo la prima domenica del mese abbiamo deciso di approfittare dei musei gratuiti per visitare il Museo del ‘900 che si trova proprio in Piazza Duomo, all’intero del Palazzo dell’Arengario e dell’adiacente Palazzo Reale. Il museo ospita delle opere degne di nota di artisti del calibro di Boccioni, De Chirico, Fontana etc.

IMG-20181106-WA0106IMG-20181106-WA0105IMG-20181106-WA0081

La struttura interna è attraente e la vista che si gode dall’ultimo piano è impareggiabile.

IMG-20181106-WA0103IMG-20181106-WA0095IMG-20181106-WA0096

Recuperati i bagagli al guardaroba del museo, abbiamo attraversato di nuovo Corso Vittorio Emanuele ma era già ora di tornare in stazione per la nostra Frecciarossa.

Ci siamo lasciate alle spalle una città ordinata, piacevole, moderna e allo stesso tempo storicamente italiana. Una città in cui tornare ancora.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...