I 10 luoghi da vedere in Val D’Orcia

Tra le provincie di Siena e Grosseto, sui lati settentrionali e orientali del Monte Amiata, si estende il magnifico paesaggio della Val d’Orcia.

Esso rappresenta il massimo esempio di come l’uomo nei secoli abbia saputo rimodellare il paesaggio naturale senza intaccarne le meravigliose caratteristiche naturali. Motivo per cui è stato inserito nel 2004 tra i patrimoni dell’UNESCO.

I depositi magmatici degli ormai spenti vulcani di Radicofani e Amiata hanno contribuito fortemente a delineare la peculiare morfologia di questa terra. Percorrendo la Val d’Orcia ci si trova immersi in uno scenario pittoresco, (all’improvviso ci si rende conto di entrare in una realtà che sembrava appartenere alle sole pubblicità!): dolci colline ricoperte da vigneti e oliveti attraversate da tortuose stradine di campagna e viali di cipressi collegano splendidi abitati medievali, tenute rurali e rocche impervie che si disperdono nell’isolata e tranquilla natura dei luoghi.

La ricchezza e la varietà paesaggistica e artistica non sono di certo gli unici aspetti che caratterizzano questi territori, famosi in tutto il mondo anche per rinomate produzioni enogastronomiche, su tutte quelle del Pecorino di Pienza e del Brunello di Montalcino.

Tra le tante cose da ammirare in Val d’Orcia abbiamo scelto 10 luoghi che più di tutti hanno reso speciale e suggestivo il nostro viaggio di 3 giorni.

1. Montepulciano

Famosa per il vino a cui dà il nome, sorge su una collina a 600 metri s.l.m. dalla quale è possibile ammirare le verdi colline toscane della Val d’Orcia e della Valdichiana. Proprio per questa strategica posizione di confine è stata per secoli terreno di battaglie tra Siena e Firenze.

Seppur non rappresenti il cuore della Val d’Orcia, il fascino del suo centro storico e la ricchezza enogastronomica che la circonda sono tali da renderla una tappa da non perdere.

Il centro storico si racchiude all’interno di una cinta muraria ben conservata e si snoda principalmente lungo il corso principale che, partendo da porta San Donato, collega la fortezza medicea del Sangallo (posta nella parte alta del centro) alla trecentesca porta del Gracciano.

Passeggiando lungo le stradine del centro si respira una raffinata atmosfera cinquecentesca che raggiunge il suo apice nella bellissima Piazza Grande.

Questa piazza è il cuore della città, qui ogni giorno si incrociano turisti e gente del posto. D’estate si anima in modo straordinario grazie agli spettacoli teatrali del famoso Cantiere internazionale d’arte e l’ultima domenica di agosto ospita i concorrenti del Bravìo delle Botti, con i rappresentanti delle otto contrade poliziane che hanno il compito di spingere le grandi botti per il borgo. 

La piazza ospita le massime espressioni architettoniche della cittadina come lo splendido Palazzo Comunale, che ricorda nella torre centrale merlata la struttura di Palazzo Vecchio a Firenze, il Palazzo trecentesco del Capitano del Popolo, davanti al quale è situato il pozzo dè Grifi e la peculiare facciata incompiuta del Duomo.

Altro tesoro artistico di infinita importanza è la Chiesa di San Biagio fuori le mura, considerato come la massima rappresentazione architettonica rinascimentale di edifici con pianta a croce greca.

Ovviamente non si può lasciare Montepulciano senza aver prima gustato il tipico vino DOC, ideale per accompagnare i piatti tipici della cucina senese come i famosi pici (spaghetti fatti a mano), i crostini con milza e fegatini, le pappardelle al sugo di lepre e tantissime altre specialità. Numerose sono le cantine (molte delle quali visitabili!!) pronte a deliziare i vostri palati, una su tutte la cantina Gattavecchi.

2. Palazzo Massaini

Sulla panoramica strada che da Montepulciano conduce a Pienza non si può non notare sulla destra l’imponente Palazzo Massaini. La tenuta cinqucentesca spicca tra le verdi colline della Val d’Orcia per il suo splendido viale di cipressi e per il torrione in pietra che domina il complesso architettonico.

La rocca ospita al suo interno un agriturismo, una rinomata bottega verde e una cantina con i tipici vini della zona dal Chianti, al Brunello, al Nobile di Montepulciano e così via…c’è solo l’imbarazzo della scelta! L’ideale per godersi la splendida vista sulle campagne di Pienza gustando un buon rosso 🙂

3. Pienza

Per chiunque si trovi ad esploarare questo territorio unico in tutto il mondo, è d’obbligo una sosta in questa vera e propria perla del rinascimento.

Visitare Pienza significa infatti documentare ancora oggi l’interesse fondamentale che l’architettura umanistica pose nel rapporto uomo-natura. La cittadina non a caso prende il nome dall’uomo che la pianificò come la “città ideale”: Pio II.

I suoi splendidi vicoli le conferiscono una fama meritata e lo splendido panorama che la circonda giustifica la dedica di Giovanni Pascoli che definisce Pienza come “il frutto di un pensiero d’amore e di un sogno di bellezza”.

Visitare la cattedrale, scoprire i segreti prospettici della sua piazza, ammirare in uno sguardo di insieme i contrasti cromatici della campagna toscana, percorrere la via dell’amore intorno alla cinta muraria, assaggiare il celebre Pecorino di Pienza nelle tipiche botteghe del centro storico sono solo alcune delle attività che vi straconsigliamo per una breve passeggiata nella cittadina simbolo della Val d’Orcia.

Inutile rammentervi della svariata scelta di casali e agriturismi della campagna pienzana dove gustare i tipici sapori valdorciani. Noi vi consigliamo la splendida location e la tradizionale cucina dell’agriturismo Palazzo Conti.

4. Sant’Anna in Camprena

A pochi chilometri da Pienza, tra il Parco della Val d’Orcia e le Crete Senesi, sorge questa sobria struttura avvolta da un grande fascino e una profonda spiritualità.

La visita al convento ex benedettino ha il sapore di una vera e propria scoperta. La struttura infatti, seppur scenario del famosissimo film “Il Paziente inglese”, non è molto nota; inoltre la ricca vegetazione che circonda il viale sterrato di cipressi che vi conduce la tiene in parte nascosta rispetto al paesaggio circostante.

Una chiesetta in pietra e un meraviglioso giardino non fanno che arricchire di incanto questo luogo avvolto da una tranquillità quasi surreale.

5. San Quirico d’Orcia

Percorrendo la tortuosa e pittoresca strada che da Pienza conduce a San Quirico d’Orcia incontrerete uno degli scorci paesaggistici più belli e fotografati al mondo: La Cappella della Madonna di Vitaleta.

Il nome forse non vi dirà molto ma credo che ognuno di voi abbia visto almeno una volta nella vita in foto quella piccola chiesetta isolata nelle campagne toscane.

Incorniciata tra due filari di cipressi, sperduta tra i campi, essa rappresenta non solamente un semplice luogo di culto bensì la dimsotrazione di come in questa terra l’opera dell’uomo sia riuscita ad esaltare la bellezza del paesaggio naturale, tanto da essere patrimonio di tutela dell’UNESCO.

Giunti al Paese, la splendida cinta muraria ben conservata è sicuramente la prima cosa che noterete, ma il borgo di San Quirico d’Orcia vi conquisterà a pieno in tutto il suo fascino medievale. La cinta muraria ben conservata è sicuramente la prima cosa che noterete. Vicoli pittoreschi, stradine lastricate e un corso meraviglioso fanno da contorno alla bellissima Chiesa di Santa Maria Assunta e al prospiciente Ospedale della Scala (XIII sec.), fulcro della cittadina e tappa importante della via Francigena.

Da non perdere assolutamente una passeggiata al parco Horti Leonini. Una vera e propria oasi dove sostare tra una visita e l’altra godendo di un bellissimo panorama sui tetti rossi del centro storico. Meravigliose siepi e lecci secolari adornano il giardino Rinascimentale voluto da Diomede Leoni.

Lasciando il paese e dirigendosi verso Montalcino è possibile ammirare il famoso e suggestivo boschetto di cipressi che domina solitario la campagna. Vi assicuriamo che non resisterete alla tentazione di sostare e di fotografare quello che è divenuto ormai simbolo dell’intera Val d’Orcia. 🙂

6. Bagno Vignoni

Pur non godendo della stessa fama turistica di altri complessi termali toscani questo piccolo borgo porta con sè un fascino unico. Il villaggio, sviluppato tutto intorno ad una vasca che racchiude la sorgente termale e abitato da poche decine di persone, ha tenuto intatte le proprie origini.


Si resta così ammaliati da questo posto che il forte odore sulfureo risulta quasi inesistente 🙂 Un’insieme di rivoli fumanti (nel quale è possibile immergere i piedi!) bordano le stradine, graziosi ristoranti e negozietti di souvenir creano un’atmosfera quasi fiabesca. Tra una camminata e l’altra vi consigliamo di gustare un ottimo tagliere di salumi nell’ Osteria della Madonna.

Ai piedi della collina su cui sorge il paesino le cascate del mulino e vasconi naturali a cielo aperto ospitano turisti termali in tutti i periodi dell’anno. Un’ottima alternativa alle più affollatte terme di Saturnia.

7. Montalcino

Tappa imperdibile del nostro tour è la patria del celebre Brunello. Situata su un’altura a 600 m.s.l.m, sul confine amministrativo tra le provincie di Siena e Grossetto, Montalcino incanta per le splendide e ripide viuzze lastricate che caratterizzano un centro storico perfettamente conservato.

Il borgo, che ha mantenuto una struttura fortificata con mura possenti e stradine strette e ripide, offre scorci davvero unici e opere archittetoniche di notevole interesse come il Palazzo comunale, la chiesa di Sant’Agostino e il duomo in stile neoclassico.

Le caratteristiche cantine e botteghe che costellano i vicoli vi accompagneranno fino alla splendida rocca medievale che domina il paese.

8. Sant’Angelo In Colle

Nel versante sud del colle di Montalcino, in un contesto che contiene tutti i classici temi paesaggistici e storici della Val d’Orcia, sorge Sant’Angelo In Colle.

Vigneti, fattorie, viali di cipressi fanno da scenario a questo piccolo gioiello di armonia, forse il più piccolo dell’intero territorio. La caratteristica struttura ovale del centro storico, attraversato da vicoletti concentrici guarniti da arcate medievali, culmina con una graziosa piazza centrale e una chiesetta in pietra dedicata a San Michele Arcangelo.

9. Castiglione d’Orcia

Sui piedi del Monte Amiata arroccato su un cucuzzolo al centro della Val d’Orcia sorge Castiglione.

Questo piccolo agglomerato di case in pietra, dominato dalla Rocca di Tentennano, è caratterizzato da un centro storico pittoresco e un insieme di punti panoramici davvero mozzafiato.

Castiglione della Pescaia, Liguria, Italy

Il borgo, quasi disabitato, è un crocevia di strade acciottolate adornate da fiori che confluiscono nella graziosa piazzetta centrale dedicata a Lorenzo Di Pietro. La tranquillità che avvolge questo luogo è il pretesto migliore per godervi a pieno lo splendore di queste terre.

10. Chianciano Terme

In un contesto paesaggistico molto apprezzato dai turisti di tutto il mondo Chianciano rappresenta un’ottima base di partenza sia per le cure termali in loco sia per l’esplorazione delle bellezze toscane della Val d’Orcia e del Chianti, ed è per questo che ve la consigliamo come luogo di pernottamento per questo tour.

Al Grand Hotel Ambasciatori potrete godere della gentilezza di un personale accogliente e di un centro benessere dalla vista impareggiabile sulle colline toscane!

vedi anche: http://www.termechianciano.it/

Celebre per le sue terme già in tempi antichissimi, oggi Chianciano porta con sé lo stile e l’eleganza di un centro ricettivo al passo coi tempi senza dimenticare la propria di storia. Degno di nota è infatti anche il suo centro storico, ben meno esaltato rispetto ai limitrofi comuni, ma che conserva elementi archittetonici e artistici di tutto rispetto come la Torre dell’Orologio, la rinascimentale Porta Rovellini, Piazza Matteotti (sulla quale si affaccia il palazzo comunale) e l’antica Porta del Sole.

Il vecchio borgo, che si distingue nettamente dall’agglomerato moderno legato al turismo termale, è ubicato su un colle e mostra parte delle sue antiche mura medievali e del suo antico assetto urbanistico.

Non vi resta che salire in macchina e partire!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...